premio capo d'orlandopesce fossilemuseo mineralogico campano
Ricerca nel sito
Partners
con l'alto patrocinio di UNINA
Regione Campania Settore Musei e Biblioteche
Citta di Vico Equense
Azienda Cura Soggiorno Turismo di Vico Equense
Vico Equense
 
Scientificamente comunicativo

Vico Equense, riconosciuta Città con decreto del Presidente della Repubblica del 12/9/02, vanta una storia plurimillenaria le cui testimonianze artistiche sono visibili nell’Antiquarium Aequano. Da insediamento e luogo di scambi tra popolazione italiche, greche ed etrusche, l’area di Vico Equense divenne meta di residenza di patrizi romani come attestano i ruderi alle Marine di Aequa e di Vico. Distrutta dal re goto Teia e dopo una lunga fase di oblìo, la città rinacque nel XIII secolo periodo in cui si staccò da Sorrento, a cui fu a lungo legata nel periodo del suo ducato. Durante le lunghe guerre tra francesi e spagnoli per la supremazia nel Regno di Napoli, Vico Equense fu sempre legata ai primi e sostenne gli assedi aragonesi del 1441 e del 1461.
Sede vescovile, con cattedrale prima alla Marina di Equa e poi dagli inizi del XIV secolo nell’attuale centro storico, Vico Equense ebbe tra i suoi presuli importanti figure storiche e culturali come nel cinquecento il vescovo letterato Paolo Regio e nel XVIII secolo il rivoluzionario Michele Natale, impiccato il 20 agosto 1799 in piazza Mercato a Napoli per aver aderito alla Repubblica Partenopea.
Tra i feudatari della città da ricordare Sparano da Bari, costruttore nel 1284 del Castello, e vari esponenti delle famiglie Carafa e Ravaschieri, ultimi signori di Vico Equense che ospitarono nella loro dimora il grande illuminista e giurista Gaetano Filangieri che vi morì nel 1789.
Tra le figure storiche e culturali di origine vicana da segnalare Giovan Battista della Porta, Filippo Caulino, Luigi Serio, anch’egli caduto nel 1799 per difendere gli ideali della Repubblica Partenopea.

Vico Equense


separatore

Fondata, probabilmente, tra il 1320 e il 1330 dal vescovo Giovanni Cimmino, che vi trasferì dalla primitiva sede della Marina d’Equa la sede episcopale >>>


L’Antiquarium “Silio Italico” ospita in tre sale circa 200 reperti di varie civiltà ( greca, etrusca, italiche) testimonianza della vitalità dell'antico insediamento >>>

separatore2016

XVIII Edizione Premio Scientifico Capo d'Orlando 6 Maggio 2016 >>>

w3c xhtml w3c css